La crisi di governo del bomba

La crisi di governo è ufficialmente arrivata come l’inverno, diceva qualcuno (Ned Stark).

Il “bomba” (Renzi) ha deciso di aprire la crisi con Conte annunciando le dimissioni dei ministri di Italia Viva. La motivazione è da ricollegare alla gestione dei fondi europei derivanti dal “recovery fund” ma soprattutto non vuole ritenersi responsabile dell’inutilizzo dei fondi provenienti dal MES (prevede 36 miliardi di prestito dall’UE da spendere sulla sanità, con tassi di interesse molto bassi) e della sua mancata approvazione.

Credo abbia tutto il diritto di aprire una crisi MA non in questo periodo storico, visto il periodo emergenziale.

Un paese che si trova ad avere un governo in bilico e una maggioranza risicata non naviga certamente in “buone acque”, soprattutto quando viene prorogato lo stato di emergenza fino al 30 aprile 2021.

Quali potrebbero essere i possibili scenari senza “Italia Viva”?

  1. Conte-TER: Conte resta presidente del Consiglio e si avvia un rilancio dell’azione dell’esecutivo. In sostanza avviene ciò che si definisce un rimpasto di governo.
  2. Conte-TER ma con nuova maggioranza: In questo caso la compagine di Italia Viva dovrebbe essere sostituita. Si potrebbe pescare però anche tra i senatori di Italia Viva che non vogliono seguire Renzi, oltre che nel Gruppo Misto, o ancora rifarsi ad altre personalità politiche.
  3. CONTE bye-bye: Un’altra ipotesi è quella che Conte rassegni le dimissioni. Mattarella darebbe quindi l’incarico a un’altra persona e non è escluso che anche Italia viva possa esser della partita
  4. Governo Istituzionale: Mattarella potrebbe optare per il governo istituzionale, guidato da una personalità come quella ,secondo alcune indiscrezioni, di Mario Draghi.
    Si va al voto: ipotesi remota ma se non si trova una maggioranza alternativa, o un nuovo nome per la guida del Paese, allora si va al voto. Questa, però, secondo gli analisti, è l’ipotesi più remota.

Siamo tutti con il fiato sul collo. Grazie Matteo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Il Frullatore (@ilfrullatore)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *